PostHeaderIcon Seminario a Tor Vergata

Nei giorni 23, 24 e 25 marzo 2010, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “Tor Vergata”, il dott. Marco Caponera terrà un seminario sul pensiero di Guido Zingari e in particolare sul saggio “Oscenità Interiori”, che sarà ripubblicato nel mese di aprile 2010, da le nubi edizioni. Gli incontri avverranno all’interno dell’attività didattica della cattedra di Ermeneutica Filosofica tenuta dal prof. Manfreda.

Date e luoghi:

martedì 23 marzo 2010 alle ore 15 presso l’aula T26

mercoledì 24 marzo 2010 alle ore 15 presso l’aula T23B

giovedì 25 marzo 2010 alle ore 15 presso l’aula T19

La facoltà di lettere si trova in via Columbia, 1, Roma.

Gli incontri sono aperti anche ai non frequentanti e ai non iscritti, tutti riceveranno una copia omaggio del saggio di Guido Zingari “Destituzioni della filosofia”.

    3 Commenti a “Seminario a Tor Vergata”

    • Cristina scrive:

      Caro Prof., il nostro cuore ti è sempre vicino nel tuo nuovo viaggio. Sei il pensiero che non muore mai.

    • Marco Caponera scrive:

      Inoltro un bellissimo messaggio che Martina mi ha voluto indirizzare dopo il seminario per condividerlo con tutti voi:

      Caro Marco,

      mi chiamo Martina e sono una studentessa che ha avuto il piacere di seguire il seminario sul professor Zingari. Ho sentito il bisogno di scriverti per ringraziarti, perché le sei ore che ho passato in tua compagnia mi hanno aiutata ad aprire la finestra arrugginita che da sul mio personale universo. La crudezza dei tuoi racconti e la lucida chiarezza delle tue spiegazioni sempre pronte a sottoporsi alle critiche altrui mi hanno aiutata a guardarmi dentro secondo un nuovo punto di vista. Io non posso essere annoverata fra i fortunati studenti che hanno avuto la possibilità di seguire lezioni o sostenere esami con il professor Zingari, eppure sono riuscita a percepire la sua persona attraverso le pagine che hai letto ed esposto, attraverso la tua schiettezza che trasudava malessere, attraverso la tua dolcissima nostalgia. Mi sei sembrato una sorta di Platone odierno decisissimo a mantenere viva la memoria di quel Socrate che è quasi il Cristo della filosofia e che viene dipinto come un uomo integro e perennemente alla ricerca della verità che ci governa.

      Ho immaginato Guido Zingari. La mia mente l’ha disegnato con le mani minute della mia voglia di avere un esempio di purezza, di candore incapace di essere sporcato, di coerenza e di naturalezza. Nella mia testa ha preso vita un individuo sorridente che dona piante a chi non fa altro che svolgere il proprio lavoro, che dorme quattro ore ogni notte e si sveglia con la freschezza di un ragazzino, che combatte le proprie battaglie quotidiane usando come arma un’ingenuità che è molto più simile ad una genuina voglia di dar fiducia al prossimo nonostante tutto piuttosto che ad una sprovveduta mancanza di scaltrezza. Io ti sono grata Marco perché mi hai regalato immagini meravigliose, perché sei stato per me il portavoce di una signorilità che esula da ogni schema temporale, perché hai rinvigorito i miei sogni sempre verdi che corrono ogni giorno il rischio di avvizzirsi. Le persone come te e come credo fosse Guido Zingari sono benzina per le mie ambizioni, prima fra tutti quella di essere sempre una persona coerente, schietta e non banale.

      Continuerò a prendere in prestito dai racconti altrui immagini meravigliose di mondi ed esseri umani a me sconosciuti, continuerò ad amare la filosofia e a raccontare a chiunque questo mio amore sincero e ineluttabile, continuerò a scrivere poesie e racconti lasciando che i miei fogli bianchi vengano illuminati dalla luce delle persone che passano nella mia vita e mi lasciano un po’ di sé come hai fatto tu.

      Mi hai fatto un regalo molto più grande di quanto tu possa immaginare: mi hai concesso il privilegio di soffrire almeno un po’ per un uomo che non ho mai conosciuto ma che è ugualmente riuscito a penetrare nel mio cuore.

      Aggiornami su eventuali iniziative per ricordare Guido Zingari.

      Un abbraccio forte,

      Martina

    • Marco Caponera scrive:

      Voglio ringraziare di cuore tutti gli studenti e gli ex-studenti che hanno partecipato al seminario, è stato breve ma certamente intenso, ho ricevuto calore, ricordi che hanno fatto affiorare altri ricordi, ma soprattutto la consapevolezza che c’è bisogno di continuare a parlare di Guido Zingari… con Guido Zingari. Ho sempre pensato di ricevere molto più di quanto stessi offrendo agli studenti durante seminari, incontri, esami, e ancora una volta ciò è accaduto. Grazie anche a coloro che non c’erano ma che mi hanno scritto della loro partecipazione.

    Lascia un Commento